Primarie a Milano. Boeri: «No al coprifuoco», Pisapia «A scuola in 600». Le frasi del giorno – 62

Un peruviano e’ stato ucciso, la scorsa notte, in una casa di via Emo, una traversa di via Padova, a Milano. L’architetto commenta la notizia:

Il tragico evento di questa notte in via Padova conferma che non bastano il coprifuoco e la militarizzazione delle strade della città per garantire la sicurezza ai milanesi. Anzi, le ordinanze del sindaco rischiano solo di spegnere le luci sui quartieri, di spopolarli e di isolare i residenti. Per questo l’idea di estendere a tutta Milano le ordinanze antidegrado è sbagliata e pericolosa. Le violenze e la microcriminalità di realtà’ come via Padova si combattono con il rispetto delle leggi e con la garanzia che la zona sia protetta da vigili e poliziotti. Ma per garantire sicurezza ai cittadini serve innanzitutto disinnescare le tensioni creando punti di incontro e vigilando sulle situazioni a rischio di violenza e illegalità. Il Comune, invece che promuovere il coprifuoco, dovrebbe »mettersi in mezzo« e aiutare i milanesi – giorno dopo giorno- a riappropriarsi degli spazi dei quartieri e a renderli vivi e sicuri, anche la sera. Non c’è sicurezza senza cura della città

Stefano Boeri

Ieri i precari della scuola protestavano. C’era anche l’avvocato, sul suo blog ha scritto:

quando a scuola andavo io, il primo giorno era un dramma solo perché segnava la fine delle vacanze. Noi eravamo sette fratelli e la mattina uscivamo tutti insieme, a volte sulla Multipla di mio padre, con i nostri grembiuli e la cartella di cuoio. Per mia madre il primo giorno di scuola era il giorno della liberazione: finalmente tutti fuori di casa. Erano gli anni in cui tutti – senza differenze di classe, di censo, di religione – andavano alla scuola pubblica.
Quella è la strada che dobbiamo riprendere, dobbiamo migliorare la scuola di tutti, non trasformare l’istruzione in un privilegio di pochi.

Giuliano Pisapia

Di Valerio Onida nessuna traccia, se qualcuno lo sente ci scriva, siamo preoccupati.

Advertisements


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...